mercoledì 18 luglio 2012

IL PASTICCIOTTO LECCESE

QUANDO DA UN PICCOLO PASTICCIO NASCE UNA GRANDE BONTA'
Nel 1745 a Galatina (Lecce), ad opera del pasticcere Nicola Ascalone, nasce il "Pasticciotto Leccese". Esso è un dolce tipico del Salento, composto da pasta frolla e crema pasticcera, cotto in forno.
pasticciotto classico
Si narra che durante le festività di San Paolo, guaritore delle tarantate, il nostro pasticcere fosse in cerca di novità per cercare di risollevare le sorti della sua piccola bottega. Nel preparare i vari dolci Ascalone si ritrovava sempre con dei resti di crema o d'impasto. Fu cosi che ebbe l'idea di unirli in una piccola torta, che egli stesso definì "pasticcio". Dopo aver sfornato il dolce, decise di regalarlo ad un passante, il quale si complimentò per la bontà del dolcetto. Il passante era talmente affascinato dal sapore sublime del dolce, che ne chiese altri per la sua famiglia. Cosi nasce il "Pasticciotto de Lu Scalone". Il successo fu talmente immediato, che la voce si sparse in pochissimo tempo, diventando  un dolce tipico. Infatti il dolce è presente nell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari, redatto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.
variante al cioccolato del pasticciotto
Il pasticciotto dev'essere mangiato molto caldo, è croccante in superficie (grazie alla spennellata d'uovo fatta prima della cottura, che gli offre una doratura ambrata e lucida) e cremoso all'interno, la crema emana un profumo intenso e delizioso. Un dolce di oltre 265 anni, ma con la stessa bontà di una volta.
Esistono ovviamente delle varianti moderne molto sfiziose e deliziose, per esempio, la forma ovale spesso è sostituita da una forma tonda. Inoltre esistono delle varianti di gusto : all'arancia, alla marmellata di amarene, al cioccolato, il pasticciotto con pasta frolla al cacao (dal colore nero), con il cuore di gianduia o crema pasticcera e pezzetti di cioccolato.

INGREDIENTI:
Frolla : 500 gr di farina 00, 200 gr di zucchero, 3 uova, 150 gr di burro, mezza busta di vanillina ,la scorza di un limone grattugiato, un pizzico di lievito.
Crema: 1 litro di latte, 3 tuorli d'uovo, 150 gr di farina , 250 gr di zucchero e mezza bustina di vanillina.
PREPARAZIONE: 
Per la frolla:  tenete uova e burro a temperatura ambiente. Formare la solita montagnetta con la farina e incorporare lo zucchero, la vanillina, la scorza di limone e il lievito. A questo punto, al centro della montagna, mettete il burro ammorbidito ed impastate  incorporando anche le uova (aggiungetele una alla volta). Ottenuto un impasto abbastanza compatto, fate un panetto e lasciate riposare.
Per  fare la crema: mettete il latte a scaldare, a fuoco lento, in un secondo pentolino mettete i tuorli e lavorateli con lo zucchero, la vanillina e la farina. Pian piano aggiungete il latte bollente al composto,un pò alla volta, sempre mescolando con una certa energia, per evitare la formazione di grumi. Mettete il tutto sul fuoco e fate addensare la crema. 
Imburrate le teglie e rivestirle con la pasta frolla lasciando i bordi alti, versate la crema e ricoprite con un altro pezzetto di pasta sfoglia, chiudete il tutto, spennellate la superficie con l'albume d'uovo per renderla dorata e croccantina ed infornate a 200° per 40 minuti.

N.B. Immagini dal web e ricetta dal web

32 commenti:

  1. affascinata dalla Puglia eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè...è la mia regione,ci tengo e vorrei valorizzarla,inoltre credo che sia bellissima.
      Però amo anche altri posti e altre culture a tempo debito arriverà tutto ;-)

      Elimina
    2. ahuahuahua ...tu non ti salverai di certo :P

      Elimina
  2. This post makes me hungry :)

    xx
    Heel in Mint

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. posso assicurarti che sono deliziosi !!!
      :D

      Elimina
  4. La cucina pugliese mi piace molto e questi pasticciotti sono fantastici, Grazie per la ricetta.Ciao,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Giovanna,quando passo da te mi delizi sempre ;-)

      Elimina
  5. Audrey.... devono essere buonissimi! Ora sto per dire (scrivere) una cosa che forse non piacerà a molti ma la dico lo stesso.
    Senza nulla togliere al cup cake mi sembra che questo pasticciotto non ha nullla da invidiare a nessuno sia in estetica che in bontà... anche se non ho ancora avuto il piacere di assaggiarlo, gli ingredienti però la dicono lunga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      guarda è squisito...ovviamente come dici tu senza nulla togliere al cup cake ;-)
      Un bacione e buona giornata

      Elimina
  6. ma qui si passa dalla storia all'attualità, dalla cultura alla moda, dalla letteratura alla cucina..
    Audrey, ma quanto sei eclettica mia tesorina!!
    posso prendermi questo pasticciotto che non conoscevo?
    BACIO
    vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahuahuahua...tu mi fai troppi complimenti,mi fai sempre arrossire :D
      Certo che puoi prenderli!!!Anzi,vedrai che se ne assaggi uno,poi non potrai più smettere,scherzo!!! ;)
      Un bacione

      Elimina
  7. Un dolce appuntamento ...per il primo fresco dell'autunno.

    Mi permetto di darti un consiglio: c'è un passa parola tra blogger per levare la fastidiosa verifica con numeri e parole. C'è, anche da me, un gadget nella barra laterale di eloquente spiegazione.
    Specialmenteper chi non ha buoni occhi ci vuole più tempo per la verifica che per il commento, in fondo è un deterrente per i commenti. Ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena,
      io ho provato tante volte a toglierla,ma non ci sono mai riuscita,se mi dici che da te c'è la spiegazione,domani mi metto con calma e lo faccio.Grazie mille per l'aiuto,sei sempre molto utile.
      Un abbraccio

      Elimina
  8. E' nvero che fa caldo ma se racconti così poi viene voglia di mettersi ai fornelli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahuahuahua,hai ragione con questo caldo afoso magiare qualcosa di caldo non è il massimo,ma in questo caso ne vale la pena ;)

      Elimina
  9. Audrey...che meraviglia! Io poi ritengo che la pasticceria del sud Italia sia la più buona del mondo e il mondo in quanto a dolci ha veramente molto da imparare...non esiste il paragone, ovviamente questo è il mio pensiero. Questo dolce in particolare non lo conosco ma conoscendo molto bene (fin troppo ) i dolci di quelle zone posso immaginare quanto deve essere sublime. Proverò a farlo e poi ti dirò Grazie di questa bellissima ricetta. Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella,
      io sono un amante dei dolci,mangerei solo dolci se potessi,ma non fanno bene. La ricetta è molto semplice,vedrai che ti riusciranno al primo colpo,poi fammi sapere.
      Un bacione e grazie a te per essere sempre presente ;-)

      Elimina
  10. hanno un aspetto delizioso! li proverei nella variante al cioccolato!^^ Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora poi mi dirai!!
      Buona giornata Big Kiss

      Elimina
  11. Senti, per una fan sfegata del cioccolato come me, proporre quella delizia così, in primo piano, a quest'ora è UNA PROVOCAZIONE!!! Ma proverò la ricetta!! Grazie per questo dolcissimo post!
    Un bacio
    Fatima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      eh lo sò,anch'io sono un amante del cioccolato,impazzisco!!!
      Se la provi,poi mi dirai se ti sono piaciuti.
      P.S.Se ti piace la cioccolata,fatti con il cuore di crema e pezzetti di cioccolato è una squisitezza ;-)
      Un bacio

      Elimina
  12. Ma deve esser buonissimo!!!

    NEW OUTFIT POST
    www.cheapandglamour.com

    RispondiElimina
  13. Wow delicioso!! me lo comería YA!!!
    Buen fin de semana, Audrey!

    Besos, desde España, Marcela♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola preciosa,
      buen fin de semana tambien y muchos besos :-)

      Elimina